Avvento

Vegliate in ogni momento pregando.

(Lc 21,35)

Luca, l’evangelista dell’anno, dalla base della cupola della Cattedrale, ci invita a vegliare stando in piedi e non sdraiati come quando si dorme, invitandoci così ad assumere quello stile necessario a chi vuole vivere in pienezza la sua vita. 

Alle sue parole si uniscono quelle dei profeti, le cui statue vediamo attorniare quella marmorea di san Giuseppe, il discendente di Davide, nella navata settentrionale; mentre il Battista, raffigurato in più luoghi del nostro duomo ci richiama alla conversione, con altrettanta forza.

Su tutti regnerà Maria – l’Immacolata, l’Assunta in cielo – prima testimone della vigile attesa, nello scorrere del tempo feriale di Nazareth, passando da Betlemme, per giungere al tempo di Gerusalemme, sotto la croce al Golgota, accanto al sepolcro vuoto, fino al Cenacolo di Pasqua e della Pentecoste. In ogni momento Ella ci insegna a pregare: a Lei affideremo la nostra Città.

In casa, nelle famiglie, potremo intraprendere questo cammino di preghiera grazie al sussidio e al kit preparati dal Centro per la Pastorale Giovanile, reperibile anche in Cattedrale.

In questo periodo di preparazione al Natale del Signore, il Capitolo della Cattedrale offrirà ogni giorno:

  • uno spunto di riflessione durante le messe feriali, alle quali si è aggiunta una celebrazione alle 13.15;
  • la disponibilità per le confessioni dalle 8.00 alle 19.00;
  • la possibilità ad unirsi alla preghiera dei Vespri alle 18.00.

In questo tempo saremo particolarmente vicini ai cristiani di Terra Santa che custodiscono i luoghi dove si sono svolti i fatti narrati nel Vangelo; il GTR (Gruppo Turistico Rebbiese) di Como ci inviterà a un gesto di solidarietà verso questi fratelli, pensando ai nostri cari per i regali natalizi.

A tutti voi buon Avvento!