2019-09-20-Concerto-Organo-Santuario-Sacro-Cuore

Concerto d’Organo

Carissimi Amici UNITALSIANI,

Tutti noi siamo nati a Lourdes (come Unitalsiani si intende)! Ciascuno infatti ricorda in maniera speciale il suo primo viaggio a Lourdes con l’Unitalsi. A quel primo ne sono seguiti altri di pellegrinaggi a Lourdes (pochi o tanti a secondo dell’età) e ognuno ha portato con sé un’esperienza nuova che ci ha fatto crescere passo dopo passo.

Anche quest’anno come sottosezione di Como, siamo stati a Lourdes in agosto, ed erano con noi anche 50 ragazzi e giovani delle nostre comunità parrocchiali, e a ottobre andremo ancora a Lourdes e insieme ai pellegrini e al personale iscritti vi sono anche 14 giovani studenti del Collegio Gallio di Como.

La presenza di un buon numero di giovani che vivono il servizio unitalsiano dentro un nostro pellegrinaggio è motivo di gioia per tutti noi. Anzitutto per i nostri ammalati, che godono della freschezza e della spontaneità del sorriso che scaturisce della loro giovinezza, e poi per tutti noi, Unitalsiani da più antica data, che vediamo in loro un presente che germoglia e un futuro che fa ben sperare.

Grazie alla disponibilità del Maestro Gabriele Marinoni che terrà per noi un bellissimo concerto d’organo, ci è offerta la gioia poterci ritrovare tutti venerdì 20 settembre alle ore 20.45 nel Santuario Sacro Cuore al don Guanella a Como, per una serata che vuole essere un incontro tra quanti hanno vissuto o vivranno i due pellegrinaggi a Lourdes (di agosto e di ottobre) di quest’anno, per ringraziare e per preparare.

Naturalmente sono invitati anche tutti coloro che quest’anno per motivi vari non possono venire a Lourdes, per condividere insieme, almeno in questa serata, lo spirito di Lourdes.

Lo faremo nell’ascolto del concerto, intervallato da due testimonianze e dalla preghiera dei Barellieri e delle Sorelle insieme all’affidamento a Maria di tutti i presenti, dei nostri cari e soprattutto dei nostri ammalati.

Ci sentiamo tutti come pellegrini sul cammino della vita, accompagnati sempre dalla materna tenerezza del nome di Maria che a Lourdes ci ha detto: “Io sono l’Immacolata Concezione”

Vi aspettiamo tutti con la gioia di incontrarci

Milena e don Giovanni